Articoli

STATUE PER GLI SCHIAVISTI E RAZZISTI USA (ma anche per Napoleone, Churchill, De Gaulle o Montanelli)? NO GRAZIE! VERSIONE MEDIA E LUNGA DELL’ARTICOLO: LINK IN FONDO

PUBBLICATO ANCHE SU ECONOMY Davvero vogliamo difendere le statue dei signori razzisti e schiavisti del mondo occidentale? Il sistema sudista americano, ad esempio, è stato ritenuto peggiore di quello nordista. Poi è tornato a galla con l'apartheid, è vero, ma il tentativo di esautorarlo nel frattempo era stato compiuto. E il fatto che sia tornato a galla... Continue Reading →

Pandemia e democrazia

Il Corona virus suscita in me diverse impressioni. Vado a casaccio, scegliendone un paio. Intanto trovo sgradevoli gli appelli dei vip italiani a stare a casa. Come ho scritto in una breve lettera ad Aldo Cazzullo uscita sabato 21 marzo sul Corriere della sera, è troppo facile lanciare appelli da residenze di lusso, o da... Continue Reading →

I pagliacci, una commedia inglese (Lor signori inglesi se ne vogliono andare? Si accomodino pure, nella speranza di metter fine, una volta per tutte, a ‘sta pagliacciata dell’eccezionalità del Regno Unito, che più che un modello di democrazia lo è stato, ahimé, di dermocrazia)

"Be', gli inglesi hanno appena deciso di controllare il flusso di immigrazione dai paesi del Commonwealth, giusto? Vogliono che la gente se ne stia a casa propria. L'ironia della sorte è che noi membri del Commonwealth non possiamo impedire ai cittadini britannici di affluire nei nostri paesi" (Chimamanda Ngozi Adichie, "Metà di un sole giallo",... Continue Reading →

Una mia intervista ad Emanuele Severino per il numero di Ideazione uscito a luglio 2001 (anticipata a tutta pagina da Il Giornale il 12 dello stesso mese)

Nel 1969 Emanuele Severino, docente alla Cattolica di Milano dal 1954, lascia questa università. Al cuore della decisione una questione squisitamente filosofica: il famoso "ritorno a Parmenide", la consapevolezza dell'impossibilità che l'essente non sia. Una consapevolezza teoretica che è anche etica e politica: la crisi della filosofia e della cultura occidentale hanno origine nell'interpretazione parmenidea... Continue Reading →

In ricordo di Emanuele Severino, un mio vecchio pezzo uscito sull’Opinione del 17/02/05 : “Severino, Reale e l’embrione”

Secondo Severino, per alcuni l’embrione è un uomo, per altri no. Tutti credono, dice Severino, che l’embrione sia un uomo in potenza. Ma per alcuni ciò significa essere già uomo, per altri non esserlo. Per Severino hanno ragione i primi, nel senso che interpretano correttamente Aristotele. Ma se l’embrione è uomo perché è uomo in... Continue Reading →

Il Sud e la sfida all’Italia

Oggi si parla molto di Emilia Romagna per via delle elezioni regionali. In effetti, sembrerebbe che tale regione, spesso criticata dalla destra, è quella che è cresciuta di più negli ultimi anni. E poi c'è la Lombardia, naturalmente, la locomotiva d'Italia. Infine, il Veneto che, a lungo considerato il Sud del paese, oggi è una... Continue Reading →

Salvini, la complessità del reale ed il presepe

Gentile Salvini, lei di recente ha sostenuto di studiare per diventare Primo Ministro. Ce ne vorrà perché lei possa recuperare il tempo perduto, mi lasci dire. Mi spiego meglio. Nonostante l'aria che tira, quella per cui esiste una diffidenza diffusa nei confronti degli intellettuali, è proprio la figura dell'intellettuale quella chiamata naturalmente al Governo. Soprattutto... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑