Articoli

Per cambiare il paese occorre cambiare le credenze dei cittadini

Io credo che molti osservatori dell'Italia siano lontani dal vero quando la valutano.Si scomodano questioni generali - corruzione, clientelismo, inefficienza, lassismo, demagogia - senza pensare che tutto è riconducibile ad una unica, potentissima parola: il wrightismo  psicologico di cui ho già parlato in altri articoli.Di cosa si tratta? Richard Wright, il grande scrittore americano che... Continue Reading →

Il caso Regeni

Colpire gli assassini di Regeni significa colpire un sistema dispotico come quello di Al Sisi, fondato sulla violenza. Un sistema laico, però, il suo, che le potenze occidentali hanno preferito ad uno eccessivamente islamico. Un sistema laico e dispotico, e le democrazie occidentali hanno sempre saputo apprezzare i vantaggi delle dittature nei cosiddetti "paesi poveri".... Continue Reading →

Perché Mussolini è stato la vergogna dell’Italia? E perché anche un “patito” della destra estrema non particolarmente stupido dovrebbe capirlo…

Mussolini è stato colui che, con le sue scelte disastrose, ha rovinato il nostro paese, l'Italia. Incominciamo col sottolineare che, grazie a questo signore, l'Italia sconfitta nella Seconda guerra mondiale ha visto diminuire il proprio territorio: perdendo i Dardanelli, ma anche l'Istria e zone dell'attuale Slovenia. Per lui si doveva entrare in guerra al seguito di... Continue Reading →

Maradona e lo stadio

Trovo curioso che ad un signore come Maradona vengano dedicate fermate della metropolitana e stadi. Che il calciatore in questione fosse un campione è indubbio. Che sia stato il più grande invece è un po' più discutibile: e Pelé? E Messi? E Romario che ha vinto a propria volta un Mondiale quasi da solo accompagnato come... Continue Reading →

I sovranisti ungheresi e non? Solo degli ipocriti

E' recente il fattaccio, chiamiamolo così, che ha coinvolto Jozsef Szajer, noto esponente di Fidesz, il raffinato partito del bel noto premier ungherese Orban.Di quale fattaccio si tratta? Di quello per cui un difensore senza se e senza ma della famiglia cristiana, autore martellante della critica più aspra al mondo lgtb, il signor Szajer appunto,... Continue Reading →

Giorgia Meloni ed il fascismo

La signora Meloni, il cui pensiero profondo mi è sempre sfuggito, tempo fa ha affermato di sentirsi presa in giro dato che il suo partito e lei non possono intitolare delle strade a noti personaggi fascisti come Italo Balbo. Si sente poi assolutamente in disaccordo con l'idea che ci si debba proclamare antifascisti per poter accedere... Continue Reading →

Benito Mussolini alias il Gorilla (nonché Coniglio) infame e sciocco di Predappio (spunti in gran parte suggeriti dalla lettura dello splendido libro di Tomkins sulle carte segrete di Mussolini)

Rimango stupito ogni volta che sento qualcuno sostenere Mussolini. Chi sostiene Mussolini lo fa o per ignoranza - nel senso che ignora cosa siano stati il Fascismo italiano ed il suo capo - o per malafede o per qualche altro motivo riconducibile a questioni individuali complesse. Non credo possa esistere infatti una persona di buon senso -... Continue Reading →

Il secolo cinese?

La Cina moderna è stata inaugurata in grande stile dal presidente Deng. Fondamentale fu la disponibilità di investire in Cina da parte di alcune regioni particolari e con grandi capitali, come Hong Kong e Taiwan. Taiwan, infatti, pur essendo da sempre la "provincia ribelle", è popolata da cinesi del continente arrivati lì da prima di Chiang kai... Continue Reading →

STATUE PER GLI SCHIAVISTI E RAZZISTI USA (ma anche per Napoleone, Churchill, De Gaulle o Montanelli)? NO GRAZIE! VERSIONE MEDIA E LUNGA DELL’ARTICOLO: LINK IN FONDO

PUBBLICATO ANCHE SU ECONOMY Davvero vogliamo difendere le statue dei signori razzisti e schiavisti del mondo occidentale? Il sistema sudista americano, ad esempio, è stato ritenuto peggiore di quello nordista. Poi è tornato a galla con l'apartheid, è vero, ma il tentativo di esautorarlo nel frattempo era stato compiuto. E il fatto che sia tornato a galla... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑